In Guests

Appena ho aperto la biografia su Resident Advisor di Darius Syrossian mi è preso un colpo. Un personaggio tutto da scoprire, che ti sta simpatico anche se non lo conosci di persona. Nella sua biografia esordisce così: “Ok, parliamoci chiaro, nessuno legge le biografie dei dj quindi non mi aspetto che qualcuno legga la mia”.

Darius Syrossian, rubando il motto di Marco Carola “it’s all about the music”, HOUSE MUSIC. Fondamentalmente a lui questo interessa, non i generi musicali, i sub generi, le varie sfumature e chi più ne ha più ne metta. Per lui è tutta una questione di house music, niente più, niente meno. Ha lanciato un negozio di dischi in cui ha lavorato da metà anni ’90 fino al 2009, poi ha speso tutte le sue attenzioni sul produrre e sfornare dischi che hanno infiammato e continuano tutt’ora a infiammare i dancefloor di mezzo mondo. La musica da 20 anni a questa parte rappresenta tutta la sua vita. Poche parole, non gli interessa far parlare molto di sè ma preferisce esser raccontato e vissuto dalle sue performances e da quello che fa ogni notte in consolle. Ha pubblicato su etichette come Viva Music, Get Physical, Hot Creation e 8 Bit, ha collaborato con artisti come Dj Sneak, lo stesso Steve Lawler e ha remixato artisti come Livio & Roby.

Ha toccato tutte le consolle più prestigiose al mondo partecipando al WMC di Miami e al BPM in Messico e l’anno scorso è stato il dj resident nonché ideatore del party “Tribal Session” al Sankeys di Ibiza. E’ stato premiato come miglior nuovo producers nel 2012 da Dj Mag UK. Come dice lui, queste sono tutte le informazioni che dobbiamo sapere, il resto della storia ce la racconterà lui il 21 marzo, basta leggere, ora è tempo di ascoltare!

Se possiamo definire tre parole per descriverlo possiamo dire così:

TRUE. HOUSE. MUSIC.

Mattia Dubfluss

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search