In Blog

Per il DJ e produttore Ilario Alicante, tutti i successi recenti vengono ridotti ad un comun denominatore: ha iniziato come clubber, si considera ancora un clubber, e vorrà sempre mantenere quel legame vitale con il dancefloor. L’ascesa di Ilario è stata a dir poco fulminea. Ha già alle spalle una presenza al Time Warp di Mannheim, produzioni acclamate per Cocoon Recordings, Cecille Records, SCI + TEC Digital Audio e le ultime due stagioni ad Ibiza in cui ha proposto set impeccabili, potenti, divertenti ed energici che hanno fatto si che la gente vedesse in lui una delle nuove stelle della musica elettronica mondiale. Nato nel 1988 a Livorno, Italia, il viaggio di Ilario è iniziato come DJ locale nella sua città per poi ottenere una residenza a lungo termine al Pachamama. Dopo il successo del suo primo brano “Vacaciones En Chile” (Tenax Recordings), subito diventato un “evergreen”, Ilario ha iniziato ad accettare inviti da club di tutto il mondo affinando ulteriormente la tecnica e lo stile nei suoi dj set e la messa a punto del suo sound a livello di produzioni.

La serie di produzioni successive ha rafforzato ulteriormente la sua reputazione di artista da vedere, ascoltare e ballare, e con l’EP “Living near Africa” su Cecille Records ha toccato le corde giuste per arrivare nelle borse di dischi di Sven Vath, Ricardo Villalobos e Richie Hawtin. Come molti produttori prima di lui, Ilario ha cercato nuove ispirazioni e le ha trovate a Berlino, mecca della musica techno, dove si è trasferito e dove attualmente risiede anche con lo studio. Le crescenti date in tutta Europa, Nord e Sud America l’hanno condotto al risultato più significativo della sua carriera: l’agenzia Cocoon di Sven Vath lo invita ad entrare nelle fila del loro celebre roster. Ilario Alicante è ormai una delle punte di diamante di Cocoon e, nonostante la sua giovane età, emana positività e una profonda conoscenza del mestiere quando compare nei club più importanti, negli eventi e nei festival di tutto il mondo.

Con la sua etichetta Deep Moves , Ilario ha sviluppato un altro importante sbocco creativo: in tre anni hanno stampato artisti come la leggenda Parris Mitchell, Ryan Elliot, Leon, Szare, Bleak e Matthew Herbert. Per completare l’impronta eclettica estetica inoltre Ilario ha esplorato una vasta gamma di suoni sotto lo pseudonimo ILL-R. Le richieste di dischi e remix sono veramente tantissime per Ilario che da qualche anno a questa parte vede la sua carriera sempre in crescita e vede se stesso come un artista sempre più apprezzato che non ha nulla da invidiare ai colossi presenti sulla scena da molti più anni di lui. Di sicuro si può dire che Sven Vath oltre a esser considerato un pioniere della musica elettronica si può considerare anche un acuto scopritore e coltivatore di talenti.

IL 25 OTTOBRE ILARIO ALICANTE APPRODA A HUND > SCOPRI DI PIU’

Mattia Dubfluss

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search