In Breaking News

La scena underground francese è più fiorente che mai, nuovi talenti si stanno scavando un ruolo di tutto rispetto nel panorama elettronico mondiale con produzioni fresche, mosse da un sound quanto mai attuale e nuovo, che sta catturando l’attenzione di tutti. Oggi parliamo di Janeret.

Solitamente si cerca di prevedere un qualcosa, anticipare una corrente per poter differenziarsi e aver qualcosa di particolarmente attraente da offrire al mercato; credo questa sia la filosofia della nostra label HUND Records. Trovar il connubio perfetto tra il sound del momento e quello che potrà esser nell’immediato futuro, con amici prima che dj e producers a cui siamo legati, e altri che vogliamo proporre e nel nostro piccolo far conoscere un po’ di più di quello che già sono.

Per HUND004 a fianco di due classici “Original Mix” firmati Seb Zito, head honcho di Fuse London e Infuse, abbiamo voluto affidare a Janeret un remix che potesse rappresentare in pieno quello che lui è, senza vincoli e obblighi.

Qualcosa in più su Janeret

Michael Janeret è un classe 1990, assurdo pensare che già vanta tour che spaziano dal Sud America alla Russia. Originario di Grenoble ora si trova a Parigi, dove sta coltivando a pieno la sua filosofia musicale all’interno della crew/ agency/ vinyl distribution YOYAKU, blasonata a livello mondiale per la selezione di proprie label che propone in esclusiva.

Di Janeret si può dire tanto, personalmente l’ho conosciuto anche, abbiamo parlato di persona, riso e scherzato per un’ora abbondante dopo qualche ora di dj set da parte sua: persona squisita, disponibile, col sorriso in faccia e per nulla montato. Ma qual è il punto focale? Il punto focale è che ha creato un nuovo stile musicale inimitabile, riconoscibile dal primo beat nell’impianto di ogni club grazie al groove prettamente deep contornato da pads, chords e ambients che rendono ogni suo disco un vero e proprio viaggio che all’ascolto porta una felicità interna veramente calda e avvolgente.

Giovanissimo ma sembra tutto ciò sia una cosa che fa da sempre e non importa se si trovi di fronte a 100 persone ad un afterparty o davanti a 2000 al Rex Club di Parigi in b2b con un mostro sacro come D’Julz. La sua carriera è in costante ascesa e ogni disco rappresenta un gradino in più che si aggiunge ad una scala di cui non si vede la vetta.

Janeret in 3 dischi

Il remix di Janeret per HUND Records

Nel remix per HUND Records si può percepire tutto il suo stile tipico con synth e pad crescenti da inizio disco. Break melodico, ripartenza esplosiva, perfettamente adatto per la pista, sia in warmup che in serata piena.

Tra l’altro proprio per questo già suonato da Dj Steaw, Raresh e diversi altri. Provare per credere

janeret-seb-zito-author-mattia-dubfluss-hundmusic

Articolo di Mattia Dubfluss

Resident dj e producer

www.facebook.com/Dubfluss

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search