In Music Pills

MUSIC PILLS 16 - Silk - hundmusic.com

–– Ciao S!lk! Benvenuto su hundmusic!
Parliamo un pò di te. Ho letto che sei cresciuto tra gli Stati uniti e il Sud America. Raccontaci un pò del tuo percorso che ti ha portato a suonare e poi a produrre questo tipo di musica.

Iniziamo dal principio 🙂
Vengo da una famiglia molto legata alla musica, mi chiamo Igor perché mio padre amava la musica classica e grazie al suo amore mi ha sempre esortato a seguire quello che avevo dentro senza mai limitarmi. Ho vissuto un po’ in Olanda e poi tra Stati Uniti e Colombia/Panama e ho imparato molto sul dancefloor “difficile” proprio in questi ultimi luoghi. Venendo da un ambiente underground ho sofferto molto la differenza di cultura ma ne sono uscito artisticamente rafforzato specialmente dal punto di vista della produzione musicale però lo confesso a volte è stata molto dura. La gente dovrebbe uscire un po’ dalla scatola e scontrarsi con mondi diversi per crescere e non aspettare un GIG estero, io sono stato fortunato a poterlo fare quasi da subito, auguro lo stesso a tutti i nuovi volti della musica.

–– Come molti artisti italiani, il tuo nome e le tue produzioni hanno maggior eco all’estero che nel bel Paese. Per fare un esempio, sei uscito su label di spessore, per citarne una su tutti, Magnetic di Dj Sneak. Come lo vedi questo sistema che molti dj o produttori siano più considerati o ottengano maggiori attenzioni fuori dall’Italia che a casa loro? 
Non voglio essere polemico ma rilassato in questa risposta. All’estero la gente è molto aperta al dialogo, ad esempio la mia release su Magnetic è nata per caso e non da una demo, una sera Sneak si è collegato in skype e mentre parlavamo di cose nostre e di famiglia gli è scappato un “passami dei pezzi per Magnetic”. Penso che sia in fondo questione di comunicazione, se mandi una mail a una label di spessore risponde nel 90% dei casi. E comunque le persone sono molto gentili. A volte mi capita di conversare con MOSTRI SACRI e di uscirci per una birra mentre molti DJ del mio stesso paese non ti salutano nemmeno ma forse è solo per il fatto che è molto difficile uscire nel mondo under e tutti sono molto presi dal loro lavoro tutto qui. Siamo i più bravi in assoluto in Italia ne sono certo. Ci manca solo un po’ di cultura del Team Work.

Dj Sneak. Un nome che in un modo o nell’altro salta fuori spesso se guardiamo i tuoi lavori. Poco più di una settimana fa’ sei uscito con un podcast per il Boss dell’House Gangster. Com’è nato questo vostro rapporto?
Io e Carlos siamo diventati amici tempo fa. Lo rispetto come persona prima che come produttore/DJ forse è stato questo a rafforzare la nostra amicizia. Il rispetto che manca a molta gente. Il podcast è andato benissimo oltre 1000 play nelle prime 24 ore e tutti feedback positivi anche dagli artisti in playlist.
E’ Molto Bello lavorare con gente che ti da soddisfazione e che si mette in gioco fin dall’inizio al 100%.. mi mette il sorriso !

Sei partito da poco con un secondo progetto Anti Hero. Di che si tratta? 
Anti Hero è un idea nata su un volo di ritorno da Ibiza, ero con il mio amico e collaboratore Andrea. Forse diventerà una Concept Label ma è ancora in stato molto embrionale anche a causa del tempo che entrambi possiamo dedicargli. Presto partirà il mio nuovo progetto musicale SKMK e allora gran parte degli sforzi sono indirizzati su quello in questo momento. Anti Hero arriverà quando i tempi saranno maturi.

Ascoltando un po’ dei tuoi lavori, si nota una particolare predilezione per lo stile deep e old school. Chi sono i tuoi “mentori” o comunque gli artisti a cui ti ispiri maggiormente?
Facciamo prima a dire a chi non mi ispiro. Non ispiro a gente che si alza una mattina e decide che sarà un produttore undergound, no perché in studio ne vedo molti e tutti arrivano per via dell’Hype. Io mi siedo in studio e nonostante ci provi tutto quello che faccio è deep, dalla techno alla house i suoni delle macchine mi escono così sempre 🙂 Magari sarà la mia maledizione o la mia fortuna chi lo sa? Mi piace la musica con contenuto, con melodie con un senso e non sono un groove da tenere sotto 45 minuti tanto è sempre uguale. Mi piacciono molto le cose che fanno in studio artisti come Kink e Buttrich. Mi piace tantissimo il sound di certi nuovi produttori come Simon Garcia e Moodtrap. Amo Levon Vincent (ho 3 Hilo) e Alex Niggemann fra i tanti talenti ascolto tante cose e non seguo un trend specifico. Quello che mi “anima” lo suono il resto e’ tutta umidità.

Progetti per il futuro. Sappiamo che hai molti lavori in cantiere, ci puoi svelare qualcosa?? 
Come vi ho accennato poco fa a breve parte un mio nuovo progetto musicale che si chiama SKMK (Literally Silk Musik) che sarà qualcosa molto Deep Old School e lo faccio con il mio grande amico Andrea Pedra. In cantiere ci sono molte cose nuove, molti sogni, molti desideri e tutto si concretizzerà a partire dal prossimo novembre. Esco con un vinile su Seamless il prossimo 23 Settembre e poi ad ottobre con un’altro vinile su Limonada. Il resto sarà una sorpresa.
Spero che le mie produzioni vi piacciano che le usiate per ballare per stare bene perchè è quello che vorrei trasmettervi. Positività !

Peace
S!LK

FACEBOOK

Articolo di Paolo Zonta.


Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search