In Blog

Siamo in trepidante attesa della seconda edizione di VI•BES Festival, e abbiamo deciso di darvi un po’ di carica con un nuovo appuntamento di Remember the times. Come avrete già visto, o meglio, ascoltato, questa rubrica vi ripropone pezzi storici, più o meno conosciuti, che hanno fatto crescere ed emozionato molti di noi. Per ogni brano tanti ricordi riaffiorano e la voglia di ballare almeno un po’ a noi sale.

Nina Simone – Sinnerman (Luciano Remix)

Il primo pezzo di oggi è il remix di Luciano per Nina Simone, la storica “Sinnerman”. Uscito su white label nel 2008 come B Side (nell’A c’era un certo Villalobos, per così per dire), ci offre la versione da dancefloor di quello che già era ed è tutt’ora un capolavoro jazz. Non è l’unico remix che è stato fatto negli anni, ma sicuramente è quello che più ci è rimasto dentro e che più ha contribuito allo sviluppo della tech house.

A-Studio feat. Polina – SOS (Skylark Vocal Remix)

Come secondo pezzo, un altro di quei dischi che oltre a sentire tutt’oggi, abbiamo ascoltato in tutti i locali, da quelli più underground a quelli più commerciali. Direttamente dal 2007, il remix degli Skylark a.k.a niente meno che Nic Fanciulli & Andy Chatterley. Più di qualche artista lo ha proposto anche ai party Hund e Vog, lo conosciamo davvero tutti, ma nonostante questo, quando parte il giro acid sono certo che anche voi sentite il bacino muoversi, magari sulla sedia davanti la scrivania da dove lo state ascoltando ora.

Deep Dish – Flashdance (Orignal Mix)

Ultimo disco per oggi, di certo non per ordine di importanza. In una calda estate del 2004 i Deep Dish ci regalarono un successo che li consacrò come padroni indiscussi delle piste di tutto il mondo, a tal punto da farceli ricordare molto bene anche dopo il loro scioglimento nel 2006 e farci gioire alla notizia della loro unione di nuovo proprio quest’anno. Ma forse non tutti sanno chi sono i Deep Dish, duo di dj americani ma di origine iraniana. I più informati di sicuro lo sanno già, o lo hanno capito dopo aver letto le loro origini: dietro a questo progetto si celano Ali Dubfire e Sharam.

Il secondo appuntamento di Remember the times si chiude qui, sperando vi abbia caricato per bene in vista di VI•BES Festival!

Alla prossima!

Phatool a.k.a. Batty

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search