In Blog

Terzo appuntamento con “Remember the Times”, la rubrica che vi porta alla ricoperta dei pezzi che ci facevano (e ci fanno ancora) ballare nei primi periodi in cui cominciavamo a fare i primi passi nel mondo del clubbing.

Il primo disco di oggi è stato una vera e propria hit: quando il dj lo suonava, la gente si scatenava.
Non solo, quando sono venuti a trovarci, direi in modo del tutto inaspettato, lo abbiamo sentito suonare ai Bicep. Sto parlando di “Kano – It’s a War (Serge Santiago Instrumental Re-Edit)

Il secondo disco ha qualche anno in più, e mi ricorda in particolar modo i tempi di Supalova, i primi pomeriggi in discoteca, il Boom (per chi ha avuto la fortuna di poterci andare).
Stravolgendo completamente il lavoro dei Masters At Work, Joe T Vannelli mette a segno un gran bel colpo che io stesso se ho la possibilità, nella situazione giusta, mi diverto a riproporre.
La traccia è “Masters At Work Feat. Beto Cuevas – Loud (Joe T Vannelli Dubby Mix)

Per chiudere il nostro appuntamento, andiamo su qualcosa che è nato come pura underground, ed è stato invece suonato ovunque, grazie al giro di synth più che adatto a fare casino vero.
Un lavoro di genialità, con “Roman Flugel – Geht’s noch?

Anche per oggi è tutto, prossimo appuntamento ad ottobre 😉

Alberto Batty a.k.a. Phatool

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search