In Guests

Affascinato dalla musica elettronica in giovane età, Bug incontra l’house poco più della fine degli anni ’80. La prima vera comparsa sulla scena la fa ad Ibiza nel 1991, prima di divenire dj resident nel miglior club della natìa Brema e partecipare annualmente ad eventi come la leggendaria Love Parade. Nel 1993 Steve inizia a produrre, e dopo poco fonda la sua prima casa discografica, la Raw Elements per la quale pubblica anche il suo primo album “Volksword”. Pubblicando progetti molto diversi fra loro, Bug separa la Raw Elements in due etichette: la Dessous nel ’98 e la Poker Flat recordings nel ’99, due case molto diverse fra loro. La prima si avvicina molto alla deep house, mentre la seconda è puro minimal, genere agli albori in quel periodo. Ma sarà la Poker Flat la più apprezzata e rinomata, conquistando in poco tempo tutta Europa tanto da essere ritenuta un manifesto ed innalzando la minimal a livello di fenomeno. È dopo aver creato questo nuovo genere che Bug esprime tutta la sua creatività e tutto il suo talento in album come The Other Day (2000) e Sensual (2002). Così nel tempo diventa uno dei più acclamati innovatori della micro-house, anche grazie alla sua fama di dj e attraverso le scelte mirate delle sue etichette (che hanno valorizzato talenti come Martini Bros, Vincenzo e Phonique) e le sue compilation. Da qualche anno collabora con Richie Hawtin per il progetto Low Blow, con Dj T (anch’egli produttore nella Poker Flat), ed ha prodotto singoli apprezzati nella scena minimal. Attualmente è fra i migliori produttori minimal al mondo.

(wikipedia)

www.stevebug.com
www.myspace.com/buginmyspace
www.pokerflat-recordings.comb

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search