In Blog

Si conclude anche il mese di novembre ed è tempo di bilanci per chi ci ha accompagnato musicalmente nel corso di un altro intenso mese targato HUND. Ci lasciamo alle spalle uno straordinario FUSE Showcase che ha visto il ritorno di Enzo Siragusa e Rossko oltre al debutto di Rich Nxt sulla nostra consolle. Ora gli occhi sono puntati alla notte di Natale dove vivremo uno speciale party nella location del LIV di Bassano.

Ma in questo mese quali sono stati i dischi e gli artisti che più ci hanno emozionato? A questa domanda rispondono i dj del progetto Tanzbar, ognuno con delle personalissime chicche per scaldarci in attesa dei bilanci di fine anno:

DUBFLUSS

Artista del mese: Riccardo, poiché personalmente abbiamo conosciuto il suo sound solo recentemente spingendoci in una direzione musicale più old school e ricercata per quanto riguarda i nostri dj set. Essendo noi comunque molto attivi online e sempre alla ricerca di nuova musica ci siamo imbattuti in lui e nella sua label Imprints Records assieme a Domenico Rosa e niente, più giovane di noi ma musicalmente spaventoso.

Traccia del mese: Riccardo – “Afternoon”. Nonostante sia un disco del marzo 2014 crediamo sia uno di quei classici che anche tra 10 anni saranno freschi e fruibilissimi. Di una leggerezza incredibile e di una perfezione assoluta in ogni sua parte resta comunque molto funzionale in pista. A noi ha trasmesso veramente delle sensazioni positive.

PHATOOL

Artista del mese: Mariano Mateljan, nome emergente nella scena underground, croato, non ama parlare di sé ma ha fatto parlare molto di sé con le sue uscite su inFuse, Kina Music, Valioso e non solo. Un sound tipicamente minimale, contraddistinto da voci cupe e poche melodie comunque sempre presenti con i suoi pad. Un artista che sicuramente continuerà a far parlare di sé ma soprattutto a far ballare nei dancefloor.

Traccia del mese:Mariano Mateljan – “Nocturnal”Una traccia perfetta tanto da ballare quanto solo da ascoltare. Cassa snappy, basso presente, groove semplice ma efficace, presenza di elementi derivati dai modulari che arricchiscono il sound e danno completezza a questo lavoro. Sicuramente lo avrete già sentito suonare dai migliori artisti underground. Assolutamente un vinile da comprare, peraltro con due remix di Howl Ensamble (aka Verrina & Ventura) e dei padroni casa della label Kina, dove il disco è uscito: i Re-Up.

LORIS M

Artista del mese: Motor City Drum Ensemble perché ad oggi sto ascoltando per la millionesima volta i suoi live registrati dal Dekmantel, Boiler Room o dove sia. E nonostante migliaia di ascolti sono ancora li a ballarmeli come la prima volta (sarà per l’immortale house e disco?) o magari a capire dove c***o trovi certi dischi. Insomma ancora cheapeu Danilo e chissà che la smetti di suonare in Italia (ironico).

Traccia del mese: Depeche Mode – “Enjoy The Silence”, una canzone che mi ha segnato? Questa! Che altro? Scontata ? Chi se ne frega! Questa ha veramente influenzato la mia infanzia e sta ancora segnando la mia vita ogni volta che l’ascolto. Grazie Depeche Mode.

LAGO

Artista del mese: Oskar Offerman, che a tre anni di distanza dal suo ultimo album su White sforna un nuovo LP su Mule Musiq. Sicuramente non appartiene al mondo mainstream e le sue produzioni non sono costruite a misura di dancefloor, ma da oltre 7 anni sforna tracce di qualità impregnate della sua anima profondamente deep, e quest’album é l’ennesimo lavoro ben riuscito.

Traccia del mese: Dlsk – “Subterraneans”. Daniel Stefanik si reinventa come DLSK e presenta “Subterraneans”, una traccia ricca degli effetti e delle texture che hanno sempre caratterizzato le sue produzioni ma dal carattere totalmente inedito. Con un sound molto jazzy e un groove che richiama la microhouse questa traccia ti prende per mano e ti porta a spasso tra una serie infinita di variazioni sottilissime. Se é l’inizio di un nuovo percorso é sicuramente partito col piede giusto.

GIACOMO PANNI

Artista del mese: Action Bronson. Chef Arian Asllani, conosciuto con lo pseudonimo di Action Bronson (New York, 2 dicembre 1983), è un rapper e cuoco statunitense. Prima di entrare a far parte della scena rap, Bronson era un rispettato chef gourmet, infatti rappa spesso di cibo nelle sue canzoni e ha presentato il suo show di cucina online dal titolo Action in the Kitchen

Traccia del mese: Jungle Bros – “What U waitin’4?”. I Jungle Brothers sono un gruppo musicale hip hop statunitense, tra i pionieri del genere di fusione tra jazz e hip hop. È composto da Michael Small Nathaniel Hall Sammy Burwell.

TRIVIUM

Artista del mese: Giorgio Moroder, che esattamente quarant’anni fa (1975) pubblicava il celebre singolo cantato da Donna Summer “love to love you baby” della durata di ben diciassette minuti in cui la leggendaria cantante si lascia andare ad un canto molto sensuale, quasi provocatorio e piccante. Ci sembra doveroso rendere omaggio ad un disco indimenticabile che, chiunque conosce e che racchiude gli inizi dell’era della Disco music oltre che l’alba di un’ immensa carriera per il poliedrico artista italiano ricca di onoreficenze (tra cui ben TRE premi Oscar).

Traccia del mese: Nel 2001, all’ età di otto anni acquistai il mio primo disco “Funk Odyssey” dei Jamiroquai. Successivamente a questo avvenimento, mi appassionai alla loro musica scavando più a fondo fino alle loro origini, il disco di questo mese è “too young to die” tratto dal loro album di debutto del 1993 “emergency on Planet earth”. Un pezzo immortale e brillante che ci fa riflettere anche sui terribili e tristi avvenimenti accaduti questo mese.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search